IL TURISMO

Abbraccia la zona più montuosa della regione, dominata dal complesso dei Monti Sibillini, che alla profonda spiritualità benedettina unisce il fascino della natura, le meraviglie dell'arte e la genuinità dei prodotti tipici.

Le vette maestose confluiscono in una miriade di ampie vallate attraversate da fiumi e torrenti che tagliano i fianchi delle montagne: è la forza della natura che con le sue acque ed i suoi boschi ha forgiato lo spettacolare territorio della Valnerina.

Un ambiente suggestivo connotato da alte e scoscese pareti montuose alternate a piccole vallate che racchiudono città e centri storici che ancora mantengono il loro spirito originario.

E' il parco delle acque: i fiumi Velino e Nera, i laghi, la Cascata delle Marmore. Lungo il bacino fluviale i piccoli centri fortificati; i monasteri, le torri di guardia. Più a monte, sopra il "Salto del Cieco" vola l'aquila reale.

Sulle pendici delle montagne, le cui cime in inverno si coprono di neve, e sulle alture che dominano il corso del Nera, piccoli ed eleganti borghi medievali con le loro torri di pietra fanno da sentinelle. Scheggino, Preci sono tra le tante perle da scoprire una ad una, magari gustando, nelle soste, la caratteristica gastronomia locale, con i suoi salumi, i formaggi, i tartufi, le trote, i gamberi di fiume e il pane cotto a legna.

Elevato è il livello dei servizi e delle strutture ricreative che offrono i Comuni della valle.

Diffuse e di qualità sono le strutture di ristorazione che valorizzano efficacemente i prodotti della zona: le specie ittiche, i salumi, i tartufi.

Il territorio del Parco è ricco di testimonianze storiche ed artistiche integrate completamente nell'ambiente. La chiostra dei monti, le gole e le forre perpendicolari alla valle sono di grande fascino e accessibilità.